Gli acidi grassi Omega-3 possono aiutarci a perdere peso?

I grassi sono stati demonizzati per moltissimi anni, considerati un alimento dannoso per l’organismo. Sono certamente un alimento calorico: 1 g di grasso, con le sue 9 kcal, contengono più del doppio delle calorie contenute nella stessa quantità di proteine o di carboidrati. Quindi è inevitabile che contribuiscano all’aumento del peso. Ma è importante tener presente che tutto dipende dalla qualità del grasso e che la regolazione del peso è un processo molto più complesso di un conteggio matematico di calorie.

Molti studi che dimostrano come gli Omega-3 contribuiscano alla perdita di peso, ma come?

Il tessuto adiposo è generalmente di colore bianco. Ma avete mai visto il grasso bruno? In passato si era convinti che i neonati ed alcuni roditori avessero il grasso bruno. Quando abbiamo freddo, cominciamo a tremare e la nostra energia cinetica viene trasformata in quella termica. Negli adipociti bruni la produzione di calore si svolge semplicemente con la combustione degli acidi grassi sotto l’influsso di calore e questo è sicuramente vantaggioso per i neonati minacciati da ipotermia e per i piccoli roditori. Oggi sappiamo, tuttavia, che anche nel tessuto adiposo bianco dei mammiferi adulti possono essere presenti adipociti bruni. La produzione di calore indipendentemente dal movimento, con consumo di grassi, è quindi possibile anche in età adulta. 

Dei ricercatori giapponesi hanno effettuato un test e somministrato ad un gruppo di topi 2 g di Omega-3, mentre all’altro del placebo. A quegli animali a cui sono stati somministrati gli Omega-3 si sono riscontrati: un aumento della temperatura corporea, il consumo di ossigeno, una riduzione del peso e della percentuale di grasso. Il peso era addirittura il 10% inferiore rispetto all’altro gruppo, mentre la percentuale di grasso addominale oltre il 20%. Così è stato confermato che l’olio di pesce contribuisce alla riduzione di peso nei mammiferi.

Se si vuole perdere peso é necessario ridurre le calorie assumendo meno grassi dannosi al nostro organismo, senza ridurre i grassi buoni. Sono da evitare i grassi saturi (a forma solida come il burro ad esempio) e gli acidi grassi Omega-6 (latticini, carne, oli vegetali..). Gli acidi grassi a catena corta: Omega-9 (olio di oliva), Omega-3 (pesce, alghe..) sono particolarmente benefici per la nostra salute. Gli acidi grassi Omega-3 marini come pesce ed alghe aiutano contro le infiammazioni croniche, il cancro e nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e anche nella perdita di peso.

Horace Fletcher, un famoso guaritore naturopata del XIX secolo in America, affermava che una corretta alimentazione e masticazione potesse aiutare a prevenire qualsiasi tipo di malattia. Ogni boccone dovrebbe essere masticato almeno 50 volta prima di essere ingerito.
Provatelo! Masticate ogni boccone almeno 15-30 volte. Sarete sorpresi di quanto tempo occorra per un pasto, come si ottiene all’improvviso un sapore totalmente diverso, molto più intenso, e con quanta rapidità vi sentirete sazi e soddisfatti!

L’alcol é uno dei nemici del sovrappeso: 1 g di alcol che contiene più di 7 kcal ed ostacola anche la combustione dei grassi. Inoltre, l´alcol stimola l´appetito invogliandoci a privilegiare dolci ipercalorici o grassi, o alimenti ricchi di carboidrati come salatini o patatine fritte. 

L’Omega-3 in combinazione con l’esercizio cardio-muscolare contribuisce ad aumentare il dispendio energetico giornaliero. L’attività fisica minima consigliata sarebbe di 30 minuti per almeno 3 giorni a settimana.

Riassumendo – ecco i 4 segreti per perdere peso:

1. Grassi: Evitare di eccedere con acidi grassi saturi e gli Omega-6 e privilegiare assolutamente gli acidi grassi Omega-3. Per una persona adulta la dose di 2 g di acidi grassi Omega-3 si è dimostrata particolarmente efficace;

2. Masticazione: masticare ogni boccone almeno 15-30 volte; 

3. Alcol: Non superare le 5 bevande a settimana;

4. Attività fisica: L’esercizio fisico è il metodo più efficace ed efficiente in assoluto. Oltre a diminuire il grasso corporeo, l’esercizio fisico accelera il metabolismo lipidico e glucidico, sul sistema cardiovascolare e quello immunitario. Ma ricordate: servono pazienza e costanza!

In bocca al lupo!

Menu