COME RAFFORZARE IN MODO NATURALE IL SISTEMA IMMUNITARIO

Poter contare su un buon sistema immunitario è essenziale per vivere bene e a lungo.

La salute è il nostro bene più prezioso ed è doveroso prendersene cura con costanza, giorno dopo giorno, soprattutto durante questa terribile situazione di emergenza sanitaria, dovuta all’epidemia del coronavirus (covid-19), che sta minacciando la popolazione italiana e mondiale.

Il sistema immunitario ha la funzione di proteggere il nostro corpo dai cosiddetti agenti patogeni, come batteri o virus, invasori estranei e sostanze inquinanti, i primi responsabili dell’insorgenza di malattie nell’organismo.

Il nostro sistema immunitario lavora 24 ore al giorno per respingere questi microorganismi patogeni e se funziona correttamente, la maggior parte delle infezioni vengono debellati in modo efficace. Purtroppo, però, sappiamo che non è sempre possibile evitare un’influenza o un po’ di tosse, raffreddore o febbre.

Nel caso di agenti patogeni particolarmente aggressivi o sconosciuti al nostro corpo, sono richiesti uno sforzo maggiore e più tempo per eliminarli. Se poi abbiamo anche un sistema immunitario debole, è più facile che quest’ultimo venga attaccato con forza.

I protagonisti del nostro sistema immunitario

Il nostro sistema immunitario è molto complesso. In questa tabella sono riassunti i suoi principali protagonisti:

Protagonista Funzione
 

PELLE E MUCOSE

(es. naso o intestino)

 

Punto di ingresso di molti agenti patogeni

Dove iniziano le prime reazioni difensive

 

LINFONODI E CANALI LINFATICI

 

Punto di raccolta delle cellule di difesa e degli anticorpi
 

MILZA

 

Qui vengono preservate le cellule di difesa
 

IL MIDOLLO OSSEO

 

 

Generatore delle cellule della microglia per la difesa immunitaria

 

TIMO  

Garantisce la maturazione dei linfociti T, globuli bianchi fondamentali per il nostro sistema immunitario

 

TONSILLE  

Hanno una funzione di barriera o filtro contro i microrganismi che penetrano attraverso la bocca, questo mediante la produzione di anticorpi.

 

Quali fattori rafforzano o indeboliscono il sistema immunitario?

Uno dei peggiori nemici del sistema immunitario è lo stress: lo stress induce il nostro corpo a concentrarsi sulla produzione del cortisolo, l’ormone “antistress”. Un individuo che è costantemente sotto stress, è più esposto a malattia cardiache e ad un sistema immunitario indebolito.

Fattori che rafforzano il sistema immunitario Fattori che indeboliscono il sistema immunitario
 

dieta sana e varia

 

regime alimentare scorretto
 

integrare con le giuste sostanze nutritive

 

fumo e alcool
 

stare all’aria aperta

 

 

agenti inquinanti

 

dormire

 

 

stress

 

 

fare movimento

 

 

vita sedentaria

 

Come rafforzare il sistema immunitario in modo naturale attraverso l’alimentazione

Una dieta sana ed equilibrata non è importante solo per il nostro benessere generale, ma anche per preservare e rafforzare il sistema immunitario. Il nostro corpo ha costantemente bisogno di vitamine e sostanze nutritive. Oltre alla vitamina D, il selenio, lo zinco, la vitamina C, la vitamina E, i polifenoli, è importante assumere gli acidi grassi omega-3 marini EPA e DHA.

La vitamina D stimola la proliferazione delle cellule immunitarie, ne fa aumentare il differenziamento e regola la produzione di proteine antimicrobiche, in grado di uccidere direttamente i batteri.
L’EFSA, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, ribadisce l’importanza della vitamina D, ma attenzione: è vero che il nostro corpo riesce a produrla attraverso i raggi solari, però solo se quest’ultimi hanno una certa intensità di radiazione. In Europa centrale, ad esempio, i raggi di sole non sono abbastanza intensi tutto l’anno da permettere al nostro corpo di produrre la giusta quantità di vitamina D.

Zinco e selenio sono oligo-elementi essenziali, vitali per il nostro corpo. Lo zinco svolge una funzione di controllo sugli enzimi ed è coinvolto in molti processi metabolici, come la formazione e l’attivazione delle cellule di difesa. Il selenio contribuisce alla protezione dei componenti cellulari dallo stress. Entrambi aiutano a sostenere un sistema immunitario normale (secondo l’EFSA). Lo zinco e il selenio si trovano principalmente in alimenti come carne, uova, asparagi, lenticchie, piselli..

Influenza in arrivo? Il rimedio che ci hanno trasmesso i nostri genitori o i nostri nonni è quello di una bella tazza d’acqua calda con abbondante succo di limone. La vitamina C contenuta nel limone è un antiossidante o anti-radicale ed è una grande alleata del nostro sistema immunitario. Lo rafforza anche dopo un’intensa attività fisica (secondo l’EFSA). Soprattutto quella contenuta negli agrumi, ricchissimi di vitamina C.

La vitamina E è un importante antiossidante liposolubile, che protegge le membrane cellulari.

Mentre i polifenoli, contenuti in grandi quantità nell’olio extravergine d’oliva, sono validi attivatori della funzione immunitaria.

Gli acidi grassi omega-3 EPA e DHA sono acidi grassi essenziali, questo significa che non possono essere prodotti dall’organismo, ma devono essere assunti da fonti esterne. EPA e il DHA contenuti in grande quantità sia nei pesci d’acqua salata molto fredda (come aringhe, sgombri o sardine) sia nelle alghe, in particolare nella micro-alga marina Schizochytrium sp.
EPA e DHA apportano una miriade di benefici alla nostra salute, ma in particolare contribuiscono allo sviluppo e al rafforzamento delle normali funzioni cerebrali, cardiache e visive. Numerosi studi hanno confermato l’influenza positiva di questi acidi grassi essenziali sul sistema immunitario, poiché importantissimi per la prevenzione di infiammazioni, l’uccisione batterica e la rigenerazione dei tessuti.

Ognuno è responsabile del proprio sistema immunitario, dunque bisogna cercare di integrare ad una dieta, sana e varia, una quantità sufficiente delle sostanze nutritive e vitamine sopra elencate.

I prodotti omega-3 Norsan, soprattutto quelli liquidi come omega-3 TOTAL e VEGANO, forniscono tramite pochi “ml” una buona quantità di:

  • omega-3 EPA e DHA: contenuti nell’olio di pesce o di alga;
  • vitamina D3
  • vitamina E
  • polifenoli vegetali: contenuti nell’olio extravergine d’oliva biologico (antiossidante naturale)

L’influenza degli acidi grassi Omega-3 EPA e DHA sul nostro sistema immunitario

La scienza ci insegna, da ormai più di 30 anni, che gli acidi grassi Omega-3 EPA e DHA sono importanti precursori di molecole, che promuovono la risoluzione dell’infiammazione, migliorano l’uccisione batterica da parte dei macrofagi e favoriscono la rigenerazione dei tessuti.

  • Gli acidi grassi omega-3 riducono i processi infiammatori. Una volta arrivati alle nostre cellule, si convertono (tramite un enzima) in molecole chiamate “resolvine”.
  • Gli acidi grassi Omega-3, contenuti all’interno delle nostre membrane cellulari, hanno una grande influenza su quest’ultime. Le rendono sane, elastiche, attive e funzionali.

Cosa sono ALA, EPA e DHA?

Ci sono diversi tipi di acidi grassi omega-3, che si distinguono tra loro per le fonti da cui provengono e la loro composizione chimica.

Tra i principali acidi grassi omega-3 ritroviamo:

  • EPA : acido eicosapentaenoico
  • DHA : acido docosaesaenoico
  • ALA: acido alfa-linolenico

Mentre sia stato largamente dimostrato l’effetto positivo dei due acidi grassi omega-3 marini EPA e DHA in molti studi scientifici, sono meno le fonti che affermano l’efficacia dell’acido grasso di origine vegetale ALA.

EPA e DHA ALA
Questi acidi grassi omega-3 marini si trovano principalmente in pesci d’acqua gelida, crostacei e alghe. Questo acido grasso vegetale omega-3 si trova principalmente in noci, semi di chia,  semi di lino e in altre fonti vegetali.

Quali sono le differenze? Oltre alle fonti, la principale differenza sta nel fatto che il nostro intestino è in grado di assorbire soltanto gli acidi grassi EPA e DHA. ALA per poter essere assorbito deve prima essere convertito in EPA e DHA ed il nostro organismo riesce a convertirne soltanto una bassa percentuale, non una quantità sufficiente. Pertanto tutte le fonti vegetali di omega-3, contribuiscono certamente alla salute del nostro corpo, ma non possono sostituire la funzione preziosa degli acidi grassi omega-3 marini EPA e DHA, le cui fonti per eccellenza sono pesci e alghe.

Oli di pesce e alga e sistema immunitario

Purtroppo, il nostro corpo non riesce a produrre acidi grassi omega-3 da sé, ma deve assorbirli attraverso il cibo o integratori alimentari. Deve, perché sono essenziali per la vita e la salute di ognuno di noi.

Gli omega-3, in particolare l’acido grasso EPA, hanno un effetto antinfiammatorio, aiutano a rafforzare il sistema immunitario e a rallentare le infiammazioni.

Per arrivare alla giusta quantità di acidi grassi omega-3 marini, di cui il nostro organismo necessita, bisognerebbe consumare dai 100 a 3000 g di pesce grasso al giorno, a seconda del tipo di pesce.

L’olio di pesce o di alga sono dunque un’ottima alternativa.

L’olio di pesce Norsan è un prodotto naturale al 100% ad alto dosaggio di omega-3 EPA e DHA, non è esito di concentrazioni chimiche.

L’olio omega-3 Norsan TOTAL fornisce in soli 8 ml (ca. un cucchiaio da tavola) il dosaggio quotidiano minimo consigliato, ovvero 2 g di omega-3, di cui 1.120 mg di EPA!

Norsan omega-3 VEGANO è un olio d’alga vegana al 100%, estratto dalla micro-alga Schizochytrium sp. Rappresenta l’alternativa ideale per vegetariani e vegani. In 5 ml (ca. un cucchiaino da caffè), che è la dose giornaliera consigliata sono contenuti 609 mg di EPA e 1.150 mg di DHA.

Tutti gli oli liquidi omega-3 di Norsan sono facili da assumere e possono essere facilmente integrati a qualsiasi alimento: a colazione, pranzo o cena.

Quanto omega-3 serve per rafforzare il sistema immunitario?

La maggior parte delle persone, anche se sane e senza apparenti problemi di salute, ha una carenza di omega-3. In questo caso, scienza e medicina raccomandano di assumere almeno 2 g di acidi grassi omega-3 al giorno.

Teoricamente, il fabbisogno giornaliero di omega-3 può essere soddisfatto attraverso la dieta o gli integratori. In pratica, però, risulta essere sempre più difficile. A seconda del tipo di pesce, si dovrebbero mangiare dai 100 g a 3 kg di pesce al giorno per arrivare ai 2 g di EPA e DHA.

In questo caso, è molto meno complicato prendere ogni giorno un preparato naturale di omega-3 a base di olio di pesce o di alghe. Tuttavia, è opportuno assicurarsi che questi prodotti siano di qualità eccellente, siano stati purificati (quindi non presentino residui di metalli pesanti e sostanze inquinanti) e siano stati prodotti nel rispetto dell’ambiente circostante.

 

Related Posts

Nessun risultato trovato.

Menu