Il tuo specialista di omega-3 info@norsan.it +39 0471 181 7989

MenuMenu

Benefici degli omega-3 sul diabete di tipo 2

Che cos’è il diabete?

Il diabete è una malattia cronica caratterizzata da livelli di zucchero nel sangue (glicemia), più elevati rispetto agli standard di riferimento. In questo caso si parla di iperglicemia.

Vista parziale, dita di un medico che controlla con il glucometro il livello di zucchero nel sangue di un paziente
Vista parziale, dita di un medico che controlla con il glucometro il livello di zucchero nel sangue di un paziente

Ruolo dell’insulina

I livelli di zucchero del sangue sono regolati dall’insulina: un ormone prodotto dal pancreas che stimola la captazione e metabolizzazione del glucosio presente nel sangue da parte delle cellule.
Si parla di diabete di tipo 1 (insulino-dipendente) in presenza di un deficit nella secrezione dell’insulina (scarsa o assente).
Si parla di diabete di tipo 2 (non-insulino-dipendente) quando il livello dell’insulina è così elevato che le cellule non rispondono in modo adeguato ad essa.

 

Diabete di tipo 2 e acidi grassi omega-3

Il diabete di tipo 2 si manifesta principalmente dopo i 40 anni, tuttavia, l’età di insorgenza si sta abbassando. Uno dei principali fattori scatenanti del diabete di tipo 2 è l’eccesso di peso corporeo, soprattutto in età giovanile. L’incidenza aumenta di dieci volte nelle persone che soffrono di obesità.
In Italia sono 3 milioni le persone colpite da questa malattia e si stima che ulteriori 1,5 milioni ignorino di esserne affetti. Nel 95% dei casi diagnosticati e non diagnosticati, si tratta di diabete di tipo 2.
Tra le buone pratiche di prevenzione del diabete di tipo 2 rientra anche l’alimentazione.
Analizzando la tipologia di grassi associati al diabete di tipo 2, si osserva un eccesso di grassi saturi e un conseguente deficit degli acidi grassi essenziali. È stato dimostrato che gli acidi grassi omega-3 prevengono l’insorgenza di resistenza all’insulina. Inoltre, le difese immunitarie dei soggetti affetti da diabete sono meno efficaci, rendendoli più vulnerabili alle infiammazioni.

È fondamentale bilanciare il rapporto tra omega-6 e omega-3 con un’alimentazione corretta. Considerando che gli omega-6 deprimono la risposta immunitaria, il rapporto ideale tra gli acidi grassi essenziali omega-6 e omega-3 dovrebbe essere di 1:1. Tuttavia, il rapporto medio attuale, basato sull’alimentazione moderna è di 15:1 a sfavore degli omega-3. Ne consegue l’importanza di una dieta bilanciata ricca di omega-3 per previene l’innescarsi di infiammazioni silenti nell’organismo e stimolare la risposta immunitaria.

Fonti:

https://www.siditalia.it/divulgazione/conoscere-il-diabete

www.diabete.com

Surano E, 2014. Valutazione del ruolo salutistico degli omega-3. Integratori alimentari contenenti omega-3.Edizioni Accademiche Italiane.