fbpx

Omega-3 e Metabolismo

Biblioteca

Gonfiore addominale

Moltissime persone, di ogni età, combattono ogni giorno con il gonfiore addominale che oltre ad essere invalidante è spesso anche imbarazzante. Identificare le cause è fondamentale per potersene liberare definitivamente. Le cause più comuni sono la disbiosi intestinale, la stipsi,  la candida, la permeabilità intestinale, l’accumulo di tossine, l’intolleranza al lattosio e ad altri alimenti come il glutine. In comune, le cause, hanno l’infiammazione della parete intestinale che possiamo soggettivamente avvertire con gonfiore e dolenzia nonché alterazioni dell’alvo.

Dieta antinfiammatoria, perché integrare?

Il benessere del nostro intestino risponde molto velocemente a variazioni del nostro stile di vita, allo stress e a cambiamenti nella nostra dieta. L’alimentazione e l’integrazione antinfiammatoria e riequilibrante, personalizzata e biotipizzata, diventano i pilastri fondamentali per consentire il recupero del benessere addominale e generale.

Ma attenzione, spesso il cibo che acquistiamo è carente delle sostanze nutritive necessarie al nostro benessere generale. Inoltre, la dieta occidentale moderna, ricca di alimenti raffinati, carni da allevamento e oli a basso costo presenta uno squilibro sconcertante tra omega-6 e omega-3.

Sebbene siano entrambi presenti nelle membrane cellulari, è importante supplementare gli acidi grassi omega-3 nella dieta per diminuire lo sviluppo di malattie infiammatorie visto che, i due tipi di acidi grassi sono molto simili nella loro struttura chimica ma lavorano in modo opposto: mentre gli acidi grassi omega-3 riducono i processi infiammatori nell’organismo, gli acidi grassi omega-6 favoriscono lo sviluppo di infiammazioni silenti

Gli omega-3 aiutano a perdere peso?

Le persone in sovrappeso così come quelle affette da obesità che presentano quantità elevate di adipe viscerale possono beneficiare dall’integrazione di omega-3 ad alto dosaggio naturale di EPA e DHA.

Infatti, il tessuto adiposo è una massa che produce sostanze pro- infiammatorie che favoriscono l’aumento delle infiammazioni.

Se si vuole perdere peso é necessario ridurre le calorie assumendo meno grassi dannosi per il nostro organismo, senza ridurre i grassi buoni (acidi grassi omega-3). Sono da limitare i grassi saturi e gli acidi grassi omega-6 (latticini, carne da allevamenti intensivi, oli vegetali raffinati..).

Riassumendo, una strategia vincente è quella di utilizzare i grassi buoni contro i grassi cattivi. Gli omega-3 non solo aiutano la perdita di peso e il recupero durante l’attività fisica ma abbassano i trigliceridi (lipidi nel sangue) e favoriscono l’aumento del colesterolo HDL che ha un ruolo protettivo.

È bene scegliere un integratore di alta qualità, senza concentrati chimici, purificato da sostanze inquinanti e metalli pensanti e certificato.

Lo yogurt alle fragole, pistacchi, mandorle e omega-3 è una perfetta colazione o una merenda post allenamento super veloce, che allieta il palato e ti farà fare il pieno di vitamine, proteine, grassi sani e omega-3: acidi grassi fondamentali per il benessere gastrointestinale, per la corretta funzione tiroidea e per la salute del sistema immunitario.
➡Puoi consumare questo snack goloso se soffri di disfunzioni tiroidee, di autoimmunità e in caso di disturbi del sistema gastrointestinale.

SCOPRI LA RICETTA

Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia, Diabetologia, Nutrizione Biotipizzata, Cefalea, Medicina Anti-Aging ed Anti-Stress, Medicina Funzionale. Docente e referente di vari Corsi di Formazione ECM. Organizza eventi formativi, tiene incontri divulgativi in tutta Italia in qualità di relatore e responsabile scientifico. Autrice di numerosi libri tra cui: TIROIDE E METABOLISMO, le ricette, La dieta della tiroide, La dieta della pancia, La dieta dei biotipi. Partecipa a trasmissioni televisive come medico endocrinologo nutrizionista e scrive regolarmente per testate giornalistiche e sul suo blog (www.serenamissori.it).

, , , , , , , ,

Related Posts

Nessun risultato trovato.

Menu